PAZIENTE

 

È il malato, perché patisce e soffre.

Sopporta il male e il medico. Così mostrando pazienza, pure.

Il cieco è detto non vedente; il sordo, non udente;

il minorato, diversamente abile;

il ladro, diversamente onesto.

Il malato, per sanzione deontologica della medicina,

è detto assistito anziché diversamente sano.