A Santa Cecilia un concerto per il 75esimo anniversario del naufragio dell’Oria

Nel 1944, esattamente il 12 febbraio, a largo delle coste della Grecia, il piroscafo Oria con a bordo oltre 4mila soldati italiani, fatti prigionieri dai tedeschi dopo il proclama di Armistizio di Badoglio dell’8 settembre del 1943, naufragò dopo essersi incagliato nei bassi fondali nei pressi dell’isolotto di Patroclo (nota anche come Gaidaronisi, isola degli asini), presso Capo Sunio. Furono tratti in salvo solo 37 italiani, 6 tedeschi, 1 greco, 5 uomini dell’equipaggio, incluso il comandante Bearne Rasmussen e il primo ufficiale di macchina.

Di recente è stata ritrovata la “Lista d’imbarco” con i nomi dei 4116 dispersi. Il Conservatorio di Santa Cecilia ha voluto omaggiare questi soldati con il concerto “Memoria”. L’Orchestra di flauti, diretta dal Maestro Franz Albanese, ha eseguito brani di Vivaldi, Rossini, Riccardo Santoboni, Vito Terribile, Franz Albanese, Horner-Albanese, Francesco Caturano e Ferdinando Curinga.

L’evento, presentato da Alda D’Eusanio, ha ottenuto la Medaglia di Rappresentanza e l’Alto Patrocinio del Ministero della Difesa e del Ministero degli Affari Esteri.

Nella videointervista che segue, il Maestro Albanese ci parla di questa iniziativa.