Sanremo 69, buona la seconda

Dopo il debutto balbettante, Sanremo 69 comincia a ingranare. Gli ascolti sono in linea con quelli del 2018: 9 milioni 144 mila, pari al 47,3 per cento di share. Nella seconda serata, allo spettacolo vero e proprio, viene destinato lo spazio necessario. Ma Virginia Raffale e Claudio Bisio, ancora sottotono, vengono battuti “sul campo” dal duo comico Pio e Amedeo. Così, gli spettatori presenti all’Ariston e quelli davanti alla tivù, possono, finalmente, ridere. “Claudio ti accorgi che ti vogliono boicottare? Aleggiano i condor. Hai visto l’immortale che è tornato? Come chi? Pippo Baudo. Oggi pomeriggio al discount si comprava la tinta nera testa di corvo”. La loro è satira bipartisan. Attaccano Salvini, Berlusconi e il Pd. Oltre allo stesso “dirottatore artistico” Baglioni. Pio e Amedeo sono simpatici. Per carità, non sono irresistibili. Ma le loro battute convincono e divertono.   

Va anche detto che Virginia Raffaele, da solista, senza l’obbligo di muoversi accanto a Bisio, rende meglio. La sua “signora in rosso” che intona fischiettando la “Carmen” di Bizet è un momento obiettivamente originale. Anche Bisio, incontrando la sua storica partner di “Zelig”, Michelle Hunziker, ritrova brio, tempi comici e, soprattutto, torna a fare il suo mestiere: fare ridere. Bisio e la Hunziker insieme cantano “La lega dell’amore”, un’accettabile versione della canzone del 2008, firmata da Elio e le storie tese. Nella serata degli eterni ritorni, è la volta anche di Pippo Baudo. “L’immortale”, conoscendo a memoria l’arte dell’autoironia, sulla ribalta dell’Ariston dice: “Io vivo qui”.

Tra i super ospiti, Baglioni chiama Riccardo Cocciante e, soprattutto, Fiorella Mannoia. Il cantautore si esibisce con Baglioni nella memorabile “Margherita”. La cantante intona, insieme al Claudio nazionale, un’emozionante versione di “Quello che le donne non dicono” e viene omaggiata da una standing ovation. Il sopravvalutato Marco Mengoni condivide la scena con Tom Walker. I due cantano “Hola” (“I Say”). Un imperdonabile déjà vu. Infatti, la performance è già stata proposta durante la prima puntata di X Factor 2018. Un oltraggio al Festival di Sanremo.